Frantoio Oleario Cocchiarale

Professionalità e passione al servizio del cliente

Cerca nel sito

Online:

Abbiamo 60 visitatori e nessun utente online

Contatore accessi gratuito

Fasi della lavorazione del frantoio a ciclo continuo o moderno

Il frantoio di tipo continuo o moderno nasce per ovviare all’esigenza di ridurre la manodopera, sempre più difficile da reperire  e per velocizzare la lavorazione delle olive grazie ad una produzione continua, riducendo i tempi di attesa al fine di ottenere un prodotto di qualità, questo tipo di impianto è largamente usato nella produzione  industriale in quanto può frangere una grossa quantità di olive in breve tempo in modo da soddisfare il ciclo produttivo delle grosse aziende di produzione e commercializzazione dell’olio di oliva. Anche se questo tipo d’impianto  si trova sempre più frequentemente anche nei piccoli frantoi artigianali e a gestione familiare. Questo tipo di impianto si differenzia dal frantoio tradizionale dalla presenza del decanter che và a sostituire le presse del metodo tradizionale.

Le fasi di lavorazione delle olive all’interno di un frantoio a ciclo continuo o moderno sono:

Stoccaggio in magazzino:  

Le olive giunte al frantoio vengono poste in magazzino in attesa di essere molite, preferibilmente in casse di plastica forate per garantirne una giusta aerazione.

Pesa, defogliazione e lavaggio delle olive:

in questa fase le cassette delle olive vengono pesate ed in seguito  lavate e defogliate, in modo da eliminare le foglie ed eventuali corpi estranei come tracce di terra o altro.

Frangitura delle olive:

In questa fase dopo il passaggio di defogliazione e lavatura vengono inviate al frangitore che tramite dei coltelli spezzetta finemente le olive, (questa fase in sostituzione può avvenire anche con le macine in granito o con entrambi, dipende dall’esigenze del frantoio o dalla scelta del proprietario) è rilascia una formazione continua di pasta di olive che va alla gramolatrice.

Gramolazione della pasta delle oliva:

la pasta delle olive, dopo la molitura viene trasferita nella gramolatrice dove viene opportunamente rimescolata allo scopo di rompere l’emulsione acqua-olio e favorire l’aggregazione delle goccioline d’olio per facilitarne l’estrazione.

Estrazione dell’acqua e dell’olio con il decanter:

In questa fase la pasta gramolata viene portata nel decanter  tramite un’apposita pompa, qui la pasta viene centrifugata  e per forza centrifuga  viene separata la sansa dall’acqua e dell’olio ( questa separazione dipende dal tipo di decanter impiegato se a due fasi a tre o mista).

Separazione del l’olio e dell’acqua di vegetazione:  

L’olio e l’acqua di vegetazione sono, infine, condotti ai due  separatori centrifughi verticali, in uno arriva l’acqua contenente ancora una piccola quantità di olio, mentre nel secondo arriva l’olio anche esso contenente una piccola percentuale di acqua e dai due separatori finalmente esce  il prodotto finale  l’olio, mentre l’acqua separata viene raccolta in apposite vasche di decantazione delle particelle solide per poi essere successivamente smaltite.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze avvalendosi di servizi di statistica, come Google Analytics e ShinyStat free . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.